mercoledì 11 gennaio 2017

Piazza Verdi: l’estetica è soggettiva, la verità si costruisce sui fatti

Sto occupandomi di numerose vertenze ambientali non solo spezzine molto rilevanti per la salute dei cittadini liguri ma devo ancora leggere falsità sul progetto Buren Vannetti sulla Piazza ex Verdi e sono costretto a reintervenire mio malgrado per amore della verità e a prescindere dai giudizi estetici ed artistici sui portali bureniani.



Primo la nuova Piazza non è stata pagata dall'Europa ma come dire anche se fosse stato sarebbero stati soldi pubblici. L'ho spiegato QUI e QUI.

Secondo i costi aumentati per realizzare la nuova Piazza ex Verdi sono prima di tutto responsabilità del Comune. L'ho spiegato QUI.

Terzo una parte dei costi per finire la nuova piazza ex Verdi sono stati pagati utilizzando i soldi della Convenzione Enel che dovevano servire per affrontare tematiche relative al monitoraggio e riduzione degli impatti ambientali e sanitari della centrale a carbone. L'ho spiegato QUI.

Quarto non è stata svolta alcuna procedura partecipativa prima della assegnazione del bando sul progetto per la nuova piazza. L’ho spiegato QUI.


Quindi se qualcuno di quelli che in giro, sia in ambiti virtuali che reali,  continua a scrivere falsità rispetto ai temi sopra elencati è in grado di smentire quanto scrivo, lo faccia ma non con le battute sui "pini marci" e la bellezza "moderna" delle opere di Buren, ma portando fatti e atti, altrimenti taccia!



Nessun commento:

Posta un commento