sabato 19 dicembre 2015

Altro che futuro pensiamo al presente a carbone della centrale enel!

Leggo in rete affermazioni giuridicamente confuse sulla scadenza dell'aia della centrale enel..... voglio essere molto chiaro.....
Le scadenze dell'AIA ex lege costituiscono termini ordinatori..... il che vuol dire che una volta scaduta l'AIA non è che automaticamente la centrale viene chiusa anche se questo avvenisse prima della strombazzata data del 2021 ( a cui io non credo, vedi QUI ma come dire vedremo...).
Per un commento giuridico sulla nuova disciplina delle scadenze dell'AIA per i singoli impianti vedi QUI

Quanto sopra salvo che si dimostri il verificarsi di violazioni di legge, ma a questo punto dovrebbero intervenire enti (magistratura compresa che fino ad ora se non sono stati particolarmente attenti sulle violazioni del passato), oppure ci sia un contrasto con le nuove migliori tecnologie disponibile della UE o emergano dati ambientali nuovi ma qui si aprirebbe una fase di revisione lunga e complessa.............

Morale le scadenze dell'AIA in termini temporali per la salute dei cittadini spezzini non servono ad un piffero.

Quello che servirebbe invece è chiedere con forza una gestione transitoria della centrale a gas fino al 2021 e comunque un regime transitorio rigidissimo di tutela sanitaria, questo potrebbero farlo gli enti preposti come ho spiegato più volte (vedi QUI)  ma potrebbero chiederlo anche associazioni e comitati ponendo questa come condizione essenziale per partecipare al tavolo di confronto promosso dal Comune.........

Almeno “stò belin” di tavolo servirebbe a qualcosa oltre che per fare palestra oratoria magari per dimostrare che il mio comitato o la mia associazione è più "toga" della tua......


P.S. è possibile chiedere il regime transitorio? Si,  lo è giuridicamente e lo è tecnicamente (visto che l’impianto può usare il gas e la centrale attuale è autorizzata anche per il gas), il resto è fuffa, per il momento, comprese le discussioni sul futuro dell'area, perché per il momento per la salute dei cittadini conta solo il presente e il presente vede una centrale da “rottamare” che per altri 6 anni (come minimo) funzionerà a carbone.



Nessun commento:

Posta un commento